Homepage San Galgano
 
 
 
 
 
 
 
 
Sei in San Galgano » Dintorni » MONTICIANO » RACCOLTA FUNGHI » SPECIE
           
Home dove si trova da vedere eventi foto di piu'...

MAZZA DI TAMBURO - (Macrolepiota Procera)

Mazza di Tamburo

Altri nomi: "Mazza di tamburo" " Bubbola" "Puppola" "Ombrellone"

Cappello:10-25 cm. Ovoidale, sferoidale o a campanula, poi convesso ed infine piano, con vistoso umbone liscio centrale. Cuticola coperta di scaglie brunastre concentriche pił fitte al centro che via via si diradano verso il margine facendo comparire al di sotto una superficie biancastra o nocciola, serica, fibrillosa sfrangiata all'orlo.

Lamelle: Fitte, alte, ventricose, distanti dal gambo, bianche. color cipria, o con sfumature rosee, poi giallastre e brune al tocco.

Gambo: 20-40 (50) x 1-2 cm, , alto slanciato, cilindrico, cavo, duro, fibroso, farcito poi cavo, bulboso al piede. Di colore biancastro o crema con zebrature brune al disotto dell'anello vistoso, pił o meno liscio al di sopra.

Carne: Soffice e tenera quella del cappello, fibrosa e dura quella del gambo. Bianca che vira leggermente al rosa al taglio. Odore tenue di farina fresca negli esemplari giovani, di brodo negli esemplari stagionati. Sapore gradevole.

Habitat: Vive indifferentemente in boschi di latifoglie o di conifere, come nei prati e nelle radure. Spesso gregario.

Commestibile: Eccellente, si adopera la sola carne del cappello, tenera e prelibata. E' commestibile anche colta essicata spontaneamente, dopo averla rigenerata in acqua calda e cucinata impanata come le cotolette.

Pagina dei Funghi
indietro alla pagina dei funghi


Ricerche correlate: Monticiano, Siena, Toscana, paese, borgo, collina, boschi, natura, castagne, castagneto, funghi, mazza di tamburo, commestibili,